Menu principale:

DENSITOMETRIA MOC DEXA


Vai ai contenuti

Dott. Giuseppe Politano
Medico chirurgo
Specialista in Medicina Nucleare


Consulente per il settore di diagnostica densitometrica (MOC DEXA)
c/o STELLA MARIS Studio Medico Associato Feole Ruggieri
Viale America 125, Roma Eur (Metro B – fermata Palasport)

Esperienze professionali:

  • Assistente ospedaliero c/o Servizi di Medicina Nuleare e Radioterapia Ospedale di Trieste
  • Libero professionista c/o Case di cura Villa Bianca e Villa Mafalda di Roma
  • Consulente Medico Nucleare Centro Tumori Università La Sapienza di Roma
  • Responsabile Servizio Ambulatoriale M.O.C. c/o A.S.L. Roma C
  • Dirigente Medico Responsabile di Unità Operativa Semplice c/o Ospedale S.Eugenio di Roma - U.O.C. Medicina Nucleare



e-mail: dott.giuseppe.politano@gmail.com
tel.: 0697279671
fax: 0652831788


Fra le indagini strumentali per la diagnosi della Osteoporosi un posto prevalente spetta alla MOC (mineralometria ossea computerizzata), che consiste nel far attraversare l'osso da un fascio di deboli radiazioni: più l’osso è denso e più il fascio viene rallentato.
Attualmente il “gold-standard” è rappresentato dalla MOC DEXA (cioè a doppio raggio X), che viene eseguita prevalentemente su colonna lombare e collo femorale, a costo di una dose radiante molto bassa.

La MOC DEXA della colonna lombare e’ idonea per valutare l'osso di tipo trabecolare (spugnoso), quella del collo femorale per valutare l' osso di tipo corticale (compatto) e la "total body" essenzialmente per valutare la composizione corporea.

Unità di misura principali della MOC DEXA sono:

- BMD (densità minerale ossea): espressa in mg/cmq;
- Z-SCORE, cioe' variazione in D.S. (deviazioni-standard) rispetto ai valori medi caratteristici dello stesso sesso e della stessa età;
- T-SCORE, cioe' variazione in D.S. rispetto al valore medio di "picco di massa ossea" raggiunto dai soggetti sani dello stesso sesso in eta' giovanile.
Quest'ultima rappresenta l'unità di misura più importante in quanto nei soggetti adulti per ogni deviazione standard al di sotto della norma il rischio di frattura raddoppia, aumentando in maniera esponenziale con valori inferiori a -2,5 D.S., che secondo l' O.M.S. rappresenta la soglia della condizione di osteoporosi.
N.B.: fino a -1 DS secondo la classificazione dell'O.M.S. ci si trova in una condizione di "normalità", mentre da -1 a - 2,5 D.S. ci si trova in una condizione di "osteopenia".

I soggetti candidati ad eseguire un esame MOC sono quelli che presentano significativi fattori di rischio specifico.

Per una corretta diagnosi precoce ed efficace terapia delle diverse forme di Osteoporosi (anche maschile), bisogna individuare e valutare i suddetti fattori di rischio e, utilizzando il metodo FRAX-OMS (che consente di calcolare l'effettiva probabilità di frattura entro i prossimi 10 anni), decidere a ragion veduta quale strategia adottare.



"Il sottoscritto Dott. Giuseppe Politano dichiara sotto la propria responsabilità che il messaggio informativo contenuto nel presente sito è diramato nel rispetto delle linee guida contenute nelle Direttive per l'autorizzazione della pubblicità e dell'informazione su siti internet e per l'uso della posta elettronica per motivi clinici - Delibera 129/2007 adottata dal Consiglio Direttivo dell'Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Roma e Provincia in data 19/6/2007"


Torna ai contenuti | Torna al menu